Rossini e la cambiale

Giovedý 4 novembre 2010_11_04 ore 11:00
Sabato 6 novembre 2010_11_06 ore 21:00
Domenica 7 novembre 2010_11_07 ore 16:30
Sala Teatro, Aula 10
Accademia di Belle Arti di Brera Direttore Prof. Castone Mariani
via Brera 28, Milano
Un nuovo allestimento inaugura l'Anno Accademico a Brera.
Gioacchino Rossini
LA CAMBIALE DI MATRIMONIO
Opera buffa in un atto

Libretto di Gaetano Rossi
Un progetto a cura della Scuola di Scenografia - Triennio Coordinatore Prof. Enrico Mulazzani

 Personaggi e Interpreti

Sir Tobia Mill - Davide Rocca


Fanný - Clara Bertella


Milfort - Antonio Murgo


Slook - Giorgio Valerio


Norton - Stefano Almasio


Clarina - Federica Vitali

Cappella Rhaudenses Cantores direttore artistico Giovanni Scomparin
Orchestra Milano Classica
direzione Gianluca Capuano

Maestro al cembalo Elena Amadio
regia di Beppe Navello
Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

L'Accademia di Belle Arti di Brera in collaborazione con Cappella Rhaudenses Cantores presenta LA CAMBIALE DI MATRIMONIO Opera buffa in un atto di Gioacchino Rossini.
In occasione del bicentenario della prima rappresentazione (3 Novembre 1810) i giovani scenografi e costumisti dell'Accademia di Brera portano in scena l'opera rossiniana con la regia di Beppe Navello.
Le voci sono accompagnate dall'orchestra Milano Classica con la direzione del Maestro Gianluca Capuano.

Contatti:Accademia di Belle Arti di Brera
ufficio.mostre@accademiadibrera.milano.it
tel.: 0286955233

Scene
Pietro Paroletti
Scenografi realizzatori
Alice Benazzi - Martino Bonanomi - Riccardo Massironi - Marco Menegaldo -  Ilaria Mozzambani - Elena Precida - Stefano Zullo
Attrezzeria
Paola Danesi - Linda Riccardi
Costumi
Matteo Monico
Costumisti realizzatori
Agnese Caffi - Gisella Cappelli - Claudia Corona - Gerlando Dispenza-  Mattia Federici - Marta Pinto -  Eloisa Libutti - Corrado Mariani - Isabella Nardelli - Rugile Norkute - Ippolita Valentinetti
Luci
Gabriele Giromella
Assistenti
Clara Abbruzzese - Francesca Casati
Regia Beppe Navello


Seguono immagini della serata: Parte I

Parte I -- Parte II -- Parte III

Cambiale di matrimonio
Rossini
LA CAMBIALE DI MATRIMONIO
Sir Tobia Mill - Davide Rocca Slook - Giorgio Valerio
Accademia di Belle Arti di Brera
Orchestra Milano Classica direzione Gianluca Capuano
http://www.concertodautunno.it/101106-brera-cambiale/101106-brera-cambiale.htm
Gianluca Capuano, Davide Rocca, Giorgio Valerio,
Orchestra Milano Classica
http://www.youtube.com/watch?v=jfFwRjAVTU8



Farsa comica in un atto di Gaetano Rossi
TOBIA MILL (Buffo), negoziante
FANN╠ (Soprano), di lui figlia
EDOARDO MILFORT (Tenore), innamorato di Fanný
SLOOK (Buffo), negoziante americano
NORTONO (basso), cassiere di Mill
CLARINA (Mezzosoprano), Cameriera di Fanný
Agenti di negozio e vari domestici di Mill
La scena si svolge nella casa di Mill.

Scena prima
Norton dalla porta di mezzo. Clarina, che traversa la scena

Norton
Non c'Ŕ il vecchio sussurrone:
resta meco un po', Clarina.

Clarina
Poco ancor la padroncina
a chiamar non pu˛ tardar.

Norton
Ma frattanto qui tra noi...

 

Clarina
Dimmi presto ci˛ che vuoi.

Norton
Quando miss si farÓ sposa?

Clarina
╚ lontana ancor la cosa.

Norton
(con mistero)
Non sai tutto!

Clarina
(curiosa)
E tu che sai?

Norton
Nuove grandi!

Clarina
E cos'Ŕ mai?

Norton
Sappi...

Clarina
Ebben!...OhimŔ! 
Il padrone giÓ si sente a sussurrar.
Vieni presto a dirmi il resto,
devi tutto a me spiegar.

Norton
Verr˛ presto a dirti il resto,
non mi posso or pi¨ spiegar.

(Si dividono ed escono)

 

Scena seconda

(Tobia Mill in veste da camera, berretto da notte, che porta con una mano un
mappamondo e nell'altra tiene una bussola, esaminandoli)

Tobia
Chi mai trova il dritto, il fondo
a cotesto mappamondo?
Chi m'insegna il come, il quando
di piantar la calamita,
e la bussola adoprando.
Chi m'insegna a navigar?

(siede e legge un libro, poi confronta 
con la bussola il mappamondo)

 

Cento gradi in latitudine...
Cento e venti in longitudine...
Dal Nord-Est, al Sud-Ovest,
poi l'elevazion del polo...


Qui la linea, e le terziere...
L'equatore colle sfere.
Dall'America in Europa
vo' ben bene calcolar.
 

(s'impazienta calcolando, e s'alza)

Ah, non combinasi la longitudine...
Mi vado a perdere in latitudine...
Il polo abbassasi, manca la linea...


La calamita perde il magnetice...
Oh, mi confondo col mappamondo,


e della bussola non so che far.

(Norton e Clarina rientrano)



Norton
Ecco una lettera per voi, signore.



Tobia
Mi rompe i calcoli, gran seccatore!



Clarina
Serva umilissima, signor padrone

Tobia
Tu mi fai crescere la confusione.

Norton
Avrei da dirvi...

Clarina
Vorrei parlarvi...

Tobia
Deh, non mi state pi¨ a tormentar

(s'alza arrabbiato)



Clarina, Norton
Ma riflettete... considerate
Saper dovete... non v'alterate:
quella Ŕ la lettera del nuovo mondo.
No, non vi state ad inquietar.

Clarina
(fra sŔ)
Che uom collerico! 
Che s'ha da far?


Tobia
Ma via, tacete... oh, mi seccate!
M'interrompete... se seguitate!
Questi... la lettera... il mappamondo...
Non ho pi¨ cerebro... 
vo ad impazzar
andate al diavolo... non vo' ascoltar.

Recitativo

Norton
Ma, signor, questa lettera
la port˛ un marinaio
che vien dalle Colonie.

Tobia
Ed io sto appunto
esaminando quanta Ŕ la distanza
dalle Colonie a noi. Vediamo...

(prende la lettera e, riconoscendo 
il carattere, con allegria:)


Ah! ╚ sua...
Del mio corrispondente coloniale.

(l'apre e legge)

Norton
(fra sŔ)
Quale altra commissione originale.
Se sapessi, Clarina!...

Tobia
(allegrissimo)
Come! Come!
Egli stesso in persona!... 
Oh che fortuna!...
Presto... l'affar Ŕ fatto.

Norton
(fra sŔ)
Quasi indovino

Clarina
(fra sŔ)
E che? Diventa matto?



Tobia
Norton, l'amico Ŕ qui: 
sbarca a momenti:
mi scrive dal vascello... 
egli in persona
vuol trattare il negozio,
veder la mercanzia.

Norton
Ma proprio...

Tobia
Presto, Clarina,
va ad aprir l'appartamento,
che guarda sul giardin, tutto sia lesto.
Senti, di' alla mia figlia che si metta
un abito da festa,... va.

(Clarina parte. Tobia chiama uno dopo l'altro i servi)



Isacchetto!
La mia carrozza bella... Salomone!
L'abito mio da viste... Lorenzo!
Per uno, o due di pi¨. Cresci tre piatti.
Bisogna farsi onore con un uomo
cosý particolar, grande, leale:
Norton Ŕ ver?

Norton
(seccamente)
Sý, un vero originale

Tobia
E la lettera avuta l'altro giorno!
Eh! Che ingenuitÓ! 
Che sentimenti!
Che buona fede! ╚ un vero e raro tratto
della semplicitÓ del secol d'oro,
che in questa etÓ di ferro pi¨ sorprende,
nŔ pi¨ si trova.

Norton
╚ come la s'intende

Tobia
Par che ne dubitate: ma sentite:



(cava la lettera)

L'ho letta mille volte, 
e la ritrovo sempre d'uno stil raro, 
affatto nuovo.

(legge)

"Signore et caetera. 
Ho risoluto di formare 
una compagnia matrimoniale: 
qui non c'Ŕ ditta che mi convenga, 
perci˛ sul primo vascello che partirÓ per
queste Colonie speditemi una moglie 
delle seguenti forme e qualitÓ."

Ah! Che intavolamento!

Norton
(ironico)
Sorprendente!

Tobia
E questo Ŕ ancora niente.

(continua a leggere)

"Qualunque sia la dote non serve. 
Sia d'estrazione onesta: 
non passi i trent'anni:
pasta dolce, colore omogeneo, e senza
minima macchia nelle riputazione: Item di
temperamento sano e robusto, per resistere
ai colpi di mare, e alla forza del clima
perchÚ non vorrei restarne senza, appena
acquistata, e ricorrere a nuova provvista"

Norton
(fra sŔ)
Si pu˛ sentir di peggio!

Tobia
Ah! Che esattezza! Ve', che precisione!
Ma il miglior capo Ŕ poi la conclusione.

(continua a leggere)

"Arrivandomi ben condizionata 
come sopra, 
colla presente lettera per marca,
o con copia legalizzata, 
a scanso d'equivoci,
io m'impegno di far onore alla firma, 
e sposare chi la presenterÓ, 
a due giorni data, od anco a vista, 
come meglio, e salutandovi, addio. 
Io Slook del CanadÓ."

(ripone la lettera in un
libro ch'Ŕ sul tavolino)

Norton
E voi dunque pensate?

Tobia
Di servirlo:
Anzi l'ho giÓ servito, 
e appena arriva gli faccio presentare 
la cambiale dalla mia stessa figlia.

Norton
Da Miss Fanný?

Tobia
Da lei: 
Che meraviglia?

Norton
E se non le piacesse?

Tobia
Deve piacerle: oh sý.

Norton
Ma, s'ella avesse?...

Tobia
Cosa ha d'aver?

Norton
Ma...

Tobia
Ma, voi mi seccate:
Sempre in contraddizion!

Norton
Ma...

Tobia
Basta, andate.

(Norton va per partire)

E il nuovo computista?

Norton
Non l'ho ancor stabilito.

Tobia
Fate presto:
Avrem molto da fare in questi giorni.
Ah, che non vedo l'ora
d'abbracciare il mio caro Americano!
Oh che raro consorte
tocca a mia figlia! 
Oh che piacer! Che sorte!

(esce)



Norton
Povera Miss Fanný! 
Ma spero ancora che il caro Americano
avrÓ d'Europa fatto il viaggio invano.

(esce)


Scena terza

A Due
(Fanný ed Edoardo, presi a mano
amorosamente)

Edoardo
Tornami a dir che m'ami,
che sarai fida ognor.
Calma, mio bene, i palpiti
d'un barbaro timor.

Fanný
Sar˛ qual pi¨ mi brami,
quale t'amai finor.
Per te m'accese l'anima,
a te la serba amor.

Edoardo
E sarai mia?

Fanný
Lo spero

Edoardo
E allor felici!...

Fanný
Oh quanto!



A Due
Qual delizioso incanto
Ŕ un corrisposto amor!
Propizio accolga amore
il nostro giuramento:
e renda alfin contento
il tenero mio cor.

Recitativo

Edoardo
Sý, cara mia, speriam: fra pochi giorni
arriverÓ mio zio: tutto m'aspetto
dall'amor suo per me.



Fanný
Ma v'Ŕ quest'uomo
ch'oggi aspetta mio padre; 
certi suoi equivoci discorsi...

Edoardo
E quando noi siamo d'accordo!...

Scena quarta

(Norton entra)

Norton
Avete voi veduto il signor Mill?

Fanný
No, ancor: cos'Ŕ avvenuto?
PerchÚ cosý agitato?

Norton
Brutte nuove:
per˛ non vi smarrite.
Voi siete fatta sposa.



Fanný
Oh Dio!

Edoardo
Che dite?



Fanný
Ma come?

Edoardo
E chi Ŕ costui?

Norton
C'Ŕ, c'Ŕ, leggete...

(Norton cerca nel libro e trova 
la lettera che porge ad Edoardo)

Il contratto nuzial, e poi ridete.

(leggono tutti e due dando 
segni d'affanno e di rabbia)


Fanný
Oh mio Edoardo!

Norton
Ah, che ne dite!

Edoardo
Io fremo:
Ed in questa maniera?...

Norton
All'uso proprio di negozio, 
e come se Miss fosse 
una bella di mercanzia.

Edoardo
Ma questa volta falla
la sua speculazion.

Fanný
Non posso ancora
credere che mio padre arrivi a questo
segno a sacrificarmi.



(di dentro la voce di Tobia)

Parte I -- Parte II -- Parte III
 


   
   
 

Servizio fotografico di Fabio Borsani
( o di Mario Mainino)

 

Realizzazione pagina web di Mario Mainino

torna alla pagina precedentemente consultata

www.concertodautunno.it
sito per i musicisti e gli amanti della musica classica, dell'opera lirica e del teatro a cura di
Mario
da Vigevano

 

Copyright ę Mario Mainino Vigevano PV Agg.del 06/01/2011
Copia quello che vuoi, ma per favore cita da dove lo hai preso !!