Bellano Lirica 2011

Bellano, Ex Cotonificio Cantoni

Domenica 07 agosto 2011 ore 21:00
Organizzato da Comune di Bellano
Assessorato alla Cultura
Bellano Lirica VII Edizione

Giacomo Puccini
La Bohme
Personaggi:
Mim (soprano) - Young Ju Kim
Musetta (soprano) - Natalia Roman
Rodolfo, poeta (tenore) - Mauro Pagano
Marcello, pittore (baritono) - Luca Ludovici
Schaunard, musicista (baritono) - Younghoon Kim
Colline, filosofo (basso) - Dooyoung Lee
Benot, il padrone di casa (basso) - Giuseppe Gloria
Parpignol, venditore ambulante (tenore) - Mario Pennacchio
Alcindoro, consigliere di stato (basso) - Giuseppe Gloria
Sergente dei doganieri (basso)
Doganiere (basso)

ORCHESTRA SINFOLARIO
Direttore Roberto Gianola

Regia Paolo Bosisio

Atto I -- Atto II -- Atto III -- Atto IV


Seguono immagini della serata
NON ESSENDO STATO POSSIBILE REALIZZARE DIRETTAMENTE IL FOTSERVIZIO
LE IMMAGINI CI SONO STATE GENTILMENTE CONCESSE DA:

ARS VIDEO
Audiovisivi Professionali
di
Giancarlo Danielli
Via F.lle Bressan, 14 20126 Milano
email: arsvideo@tiscali.it
Atto I : La soffitta

Questo Mar Rosso - mi ammollisce e assidera

Nei cieli bigi
guardo fumar dai mille
comignoli Parigi

MARCELLO
Rodolfo, io voglio dirti un mio pensier profondo:
ho un freddo cane.

Ho diacciate
le dita quasi ancora le tenessi immollate
gi in quella gran ghiacciaia che il cuore di Musetta...

Aspetta... sacrifichiam la sedia!

Bruciamo il Mar Rosso?

RODOLFO
No. Puzza la tela dipinta. Il mio dramma,
I'ardente mio dramma ci scaldi.

RODOLFO
No, in cener la carta si sfaldi
e l'estro rivoli ai suoi cieli.

A te l'atto primo.

Abbasso, abbasso l'autore.

La Banca di Francia
per voi si sbilancia.

Sta Luigi Filippo ai nostri pie'

Un inglese... un signor... lord o milord
che sia, voleva un musicista...
Guardare!" (e un pappagallo m'addita al primo piano),
poi soggiunge: "Voi suonare
finch quello morire!"

BENOT (di fuori)  Si pu?

Or via, resti un momento in nostra compagnia.
Dica: quant'anni ha,  caro signor Benot?

Non dico una balena,
o un mappamondo,
o un Viso tondo
da luna piena,
ma magra, proprio magra, no e poi no!

Le donne magre sono grattacapi
e spesso... sopraccapi...
e son piene di doglie,
per esempio... mia moglie...

Quest'uomo ha moglie  e sconce voglie  ha nel cor!

Al Quartiere Latino ci attende Momus.

Io resto per terminar l'articolo di fondo del Castoro.

Si sente male?

Il respir... Quelle scale...

Qui c' tanto freddo. Segga vicino al fuoco.
Aspetti.. un po' di vino...
 

Non stia sull'uscio; il lume vacilla al vento.

Oh Dio!... Anche il mio s' spento!

MIM Cerchi.

RODOLFO Cerco.

Che gelida manina!
Se la lasci riscaldar.

Chi son? Sono un poeta.
Che cosa faccio? Scrivo.
E come vivo? Vivo.

Talor dal mio forziere
ruban tutti i gioielli
due ladri: gli occhi belli.

V'entrar con voi pur ora
ed i miei sogni usati
e i bei sogni miei
tosto son dileguati.

Mi chiamano Mim,
ma il mio nome Lucia.
La storia mia breve.

A tela o a seta
ricamo in casa e fuori...
Son tranquilla e lieta ed mio svago far gigli e rose.

Mi piaccion quelle cose
che han s dolce mala,
che parlano d'amor, di primavere,
di sogni e di chimere,
quelle cose che han nome poesia...

Lei m'intende?

O soave fanciulla, o dolce viso
di mite circonfuso alba lunar
 

in te, vivo ravviso
il sogno ch'io vorrei sempre sognar!

Ah! tu sol comandi, amor!...

RODOLFO Amore !

MIM Amor!

Fine atto I

 
 

Atto I -- Atto II -- Atto III -- Atto IV

 


 

Realizzazione pagina web di Mario Mainino

torna alla pagina precedentemente consultata

www.concertodautunno.it
sito per i musicisti e gli amanti della musica classica, dell'opera lirica e del teatro a cura di
Mario
da Vigevano

 

Copyright Mario Mainino Vigevano PV Agg.del 30/08/2011
Copia quello che vuoi, ma per favore cita da dove lo hai preso !!