Tito Ceccherini, direttore d'orchestra

 

Nato a Milano nel 1973, ha compiuto gli studi musicali presso il Conservatorio «Verdi», sotto la guida di Giovanni Carmassi (pianoforte), Alessandro Solbiati (composizione) e Vittorio Parisi (direzione d’orchestra). Si è perfezionato in Germania, Russia ed Austria, proseguendo gli studi di direzione d’orchestra con Gustav Kuhn e Sandro Gorli, e seguendo corsi con John Eliot Gardiner e Gianluigi Gelmetti.
E' fondatore e direttore dell'Ensemble «risognanze», dedito all'interpretazione della musica del XX secolo ed alla diffusione dell’opera di Niccolò Castiglioni. Con questo gruppo ha affrontato un ampio repertorio di composizioni del Novecento storico e di compositori contemporanei, fra cui molte prime esecuzioni di brani scritti espressamente per il gruppo. L’ensemble è regolarmente ospite dei Tiroler Festspiele, ove ha recentemente riscosso vivo successo con la messa in scena dell’opera Luci mie traditrici di Salvatore Sciarrino. La registrazione dal vivo di questo spettacolo, pubblicata in CD da Stradivarius, è stata insignita del prestigioso premio “Choc” dalla rivista “Le Monde de la musique”.
Negli ultimi anni ha approfondito l’interpretazione del repertorio barocco e delle prassi esecutive d’epoca. Con l’Ensemble Rocinante ha effettuato una tournée in Finlandia ed Estonia, seguita dalla pubblicazione di un CD händeliano con Angelo Manzotti (Callisto Records). Attualmente collabora col gruppo milanese Arcomelo.
Vincitore del concorso Allegro Vivo - Kammermusik Festival Austria; è attualmente direttore della «Camerata der Sommerakademie» presso lo stesso festival.
Svolge attività concertistica in Italia ed all'estero, invitato da orchestre quali l’Orchestre national d’Ile de France, l’Orchestra Filarmonica di Sarajevo, I Pomeriggi Musicali di Milano, l’Orchestra Filarmonica Marchigiana, l’Orchestra Sinfonica del Friuli Venezia-Giulia, l’Orchestra Milano Classica, l'Orchestra Guido Cantelli, l’Orchestra di Minsk, il Divertimento Ensemble, etc. Nel 2001 ha debuttato presso il Teatro Massimo Bellini di Catania ne I Puritani, nell’ambito delle celebrazioni per il bicentenario della nascita di Bellini.
Assistente di Gustav Kuhn, ha collaborato con lui in produzioni sinfoniche ed operistiche in Europa ed in Giappone; ha curato la preparazione della compagnia di canto e dell’orchestra per l’intero Ring des Nibelungen (Tiroler Festpiele Erl), per Ariadne auf Naxos e Capriccio di Strauss (Teatro di San Carlo, Napoli), nonché per il ciclo completo delle Sinfonie di Beethoven. Dal 1995 è membro dell'Accademia di Montegral.
Ha svolto attività didattica in Europa ed in Giappone. E' membro dal 1995 dell'Accademia di Montegral. Insegna presso il Landeskonservatorium di Innsbruck, dove è titolare della cattedra di direzione d'orchestra ed esercitazioni orchestrali.
Nato a Milano nel 1973, ha compiuto gli studi musicali presso il conservatorio «G. Verdi» sotto la guida di Giovanni Carmassi (pianoforte), Alessandro Solbiati (composizione) e Vittorio Parisi (direzione d'orchestra). Ha proseguito gli studi in Russia, Germania ed Austria, perfezionandosi sotto la guida di Peter Eötvös (a Karlsruhe), Sandro Gorli e Gustav Kuhn. Dal 1999 è maestro accompagnatore per il concorso internazionale „Neue Stimmen“. Come pianista, vanta una ricca esperienza di musica da camera e nel repertorio liederistico.
Insegna direzione d’orchestra ed esercitazioni orchestrali al Conservatorio di Innsbruck.

Vedi anche  http://www.concertodautunno.it/cur/ensemblerisognanze.html

Fonte: info ufficio stampa MiTo
Aggiornamento :
10/09/2009 http://www.concertodautunno.it/cur/ceccherinit.html