Pietari Inkinen, direttore d’Orchestra.

Direttore Musicale dell’Orchestra Sinfonica della Nuova Zelanda, è tra i principali talenti della nuova generazione di direttori d’orchestra. Grazie alle collaborazioni con le più rinomate orchestre del mondo quali la Gewandhaus di Lipsia, la Bayerische Rundfunk, la WDR di Colonia, il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, l’Orchestra Nazionale del Belgio, la BBC Filarmonica, la Sinfonica di Cincinnati, la Filarmonica del Giappone, si sta contraddistinguendo sulla scena internazionale.

Ha iniziato a studiare direzione d’orchestra con Jorma Panula a quattordici anni e ha poi proseguito i suoi studi con Leif Segerstam e Atso Almila al Corso di Direzione
dell’Accademia Sibelius. Ha in seguito partecipato alle master-class di Neeme Järvi ed è già apparso come Guest Conductor con la Filarmonica di Helsinki, l’Orchestra Sinfonica di Milano G. Verdi, la Sinfonica Scozzese della BBC, la Filarmonica di Hong Kong, la National Arts Center Orchestra di Ottawa, la Sinfonica di Toronto (con Pinchas Zukerman come solista), la Rheinland-Pfalz Philharmonie e l’Orchestra Nazionale Lituana.
Nella stagione 2003/04 Pietari Inkinen è tornato ad esibirsi con la Filarmonica di Helsinki, in seguito ad un debutto di grande successo in cui aveva diretto un programma comprendente la Prima Sinfonia di Walton. E’ inoltre stato invitato a dirigere l’Orchestra Sinfonica della Radio Finlandese, l’Orchestra Sinfonica della Radio di Vienna, la Filarmonica di Rotterdam, la Filarmonica di Oslo, l’Orchestra della Radio Svedese, l’Orchestra Sinfonica della Radio dei Paesi Bassi, la Lahti Symphony, l’Orchestre National de Lille e l’Orchestre de Bretagne, la Bournemouth Symphony, la Filarmonica di Hong Kong, le Orchestre di Melbourne e del Queensland, la Sinfonica della Nuova Zelanda. In seguito ad un debutto italiano di grande successo con l’Orchestra Sinfonica di Milano G. Verdi di Riccardo Chailly, è stato immediatamente re-invitato per la stagione 2004/05. Durante questa stessa stagione avverrà il suo debutto con l’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI, l’Orchestra dell’Arena di Verona e
l’Orchestra di Roma e del Lazio.
Pietari Inkinen si esibisce anche come violinista. Ha iniziato gli studi del violino all’età di quattro anni presso l’Istituto Musicale North Kymi, ha proseguito presso l’Accademia Sibelius e, dal 1998, presso l’Accademia Musicale di Colonia dove ha studiato con Zakhar Bron per tre anni. Pietari Inkinen ha vinto il Primo Premio al nono ‘Concorso di Violino di Kuopio’ nel gennaio 2000 e un premio speciale per la miglior esibizione di una nuova composizione finlandese all’ottavo ‘Concorso Internazionale di Violino Jean Sibelius’ nel dicembre 2000.
E’ apparso come solista con molte delle principali orchestre finlandesi tra cui la Sinfonica della Radio Finlandese, la Filarmonica di Helsinki, con la quale ha suonato al concerto per il centenario del Sibelius, la Filarmonica di Tampere, e le Orchestre di Jyväskylä, Kuopio e Vaasa City in aggiunta ad apparizioni con la Sinfonica di Toronto e a collaborazioni con artisti come Itzhak Perlman, Pinchas Zukerman, Ana Chumachenko e Olli Mustonen.
Suona un violino Carlo Bergonzi (1732 circa) di proprietà della Fondazione Gyllenberg.

Fonte: info ufficio stampa Pomeriggi Musicali Milano
Aggiornamento :
01/03/2008 sito ufficiale http://www.pietariinkinen.com http://www.concertodautunno.it/cur/inkinenp.html