Corrado d'Elia, attore, regista, organizzatore.

 

Ideatore e fondatore del Circuito Teatri Possibili.
Direttore dal 1998 del Teatro Libero di Milano.
Codirettore dei teatri Everest di Firenze, Della Dodicesima a Roma e Teatrozeta di L'Aquila.
Responsabile delle rassegne Teatri Possibili nei teatri Cuminetti di Trento, Sant'Agostino di Laquila, Studio Foce di Lugano.
╚ stato direttore artistico negli anni passati dei Teatri Olmetto (Milano), Belli di Roma e delle rassegne Teatri Possibili al Teatro Villoresi di Monza e al Teatro Alcione di Verona.
Diplomato attore alla Scuola d'Arte Drammatica Paolo Grassi di Milano, nel 1995 fonda Teatri Possibili, compagnia, scuola di Teatro e societÓ di organizzazione e produzione teatrale.
Nel giugno 2002 riceve il Premio Hystrio - Provincia di Milano.
Tra gli ultimi spettacoli, Ŕ attore e regista riconosciuto ne Le nozze dei piccolo borghesi di B. Brecht, Cirano di Bergerac di E. Rostand, Otello di W. Shakespeare, Caligola di A. Camus, Macbeth e Amleto di W. Shakespeare e Don Giovanni di cui Ŕ anche autore.
╚ regista di Romeo e Giulietta.
Nel 2006 firma riduzione e regia de La donna del mare di Ibsen.
Per il Teatro Stabile di Bolzano firma la regia degli spettacoli di Lezioni di volo (gennaio 2000) e di Passioni d'autore (febbraio 2001).
Debutta come regista d'opera al Wexford Opera Festival 2000 con la Conchita di Riccardo Zandonai, direttore Marcello Rota.
╚ coprotagonista con Paolo Bonacelli e Carlo Simoni, con lo spettacolo Enrico IV di W. Shakespeare, regia di Marco Bernardi, prduzione Teatro Stabile di Bolzano - Teatro di Sardegna.
Nel settembre 2007 vince il Premio Franco Enriquez per il Teatro (premio miglior programmazione teatrale italiana per la stagione del Teatro Libero di Milano).

Corrado d'Elia, attore, regista e fondatore del Circuito Teatri Possibili ha ritirato a Sirolo (AN), nella splendida cornice del Teatro Cortesi, il Premio Franco Enriquez per il Teatro 2007 (premio miglior programmazione teatrale italiana per la stagione del Teatro Libero di Milano).
Il prestigioso premio, organizzato dal Centro Studi Drammaturgici Internazionali Franco Erniquez e presentato dagli attori Umberto Ceriani e Dijana Pavlovic, Ŕ stato consegnato tra gli altri a Mario Scaccia, Mariano Rigillo, Giorgio Albertazzi, Maria Paiato, Maurizio Panici e Gianfranco PedullÓ.
La motivazione del premio recita:
"Da qualche anno direttore del Teatro Libero di Milano, Corrado d'Elia sta mantenendo fede con ottimi risultati, a un programma impegnativo e perchŔ no, ambizioso: dar vita ad un luogo teatrale di giovani per i giovani. Con nuove tecnologie e soprattutto nell'affrontare, senza tartufismi, le tematiche pi¨ impegnative e controverse come le discriminazioni razziali e l'omosessualitÓ, alle quali Ŕ stata dedicata una rassegna nello scorso giugno. Nuove sfide e nuovi confronti di ricerca di linee guida per rompere ogni tab¨.
Nel parlare di Corrado d'Elia si devono tenere presenti almeno due sue prove di attore e regista con la compagnia dei Teatri Possibili: il Cirano di Bergerac, in visione asciutta, veloce e visionaria e l'Otello, viaggio onirico sospeso tra sogno e realtÓ. Consapevole del cambiamento in atto nella geografia del teatro, d'Elia ha idee organizzative di cui sentiremo discutere."

Fonte: info ufficio stampa
Fonte: info artista (
Scrivi a Corrado d'Elia: corradodelia@teatripossibili.org )
Attenzione
: eventuali dati personali sono stati autorizzati alla pubblicazione direttamente dall'interessato.
Aggiornamento :
07/10/2007 http://www.concertodautunno.it/cur/deliac.html