appunti sulla nostra Casorezzo...
 

Da Ossona, con un percorso di poco pi¨ di due chilometri in direzione nord, ci si porta a Casorezzo, centro agricolo che nell'ultimo dopoguerra ha conosciuto una nuova vocazione industriale. L'antichitÓ del borgo Ŕ documentata  dal ritrovamento di una necropoli romana con una ricca dotazione di suppellettili databili all'etÓ di Vespasiano (69-79 d.c.).
Non vi Ú traccia di un castello medievale, della cui esistenza sono pervenute varie documentazioni, a eccezione di un sorta di torrione ubicato nel settentrione dell'abitato, ma si ritiene che l'antica parrocchiale di San Giorgio martire fosse originariamente collocata all'interno del perimetro fortificato.
L'edificio attuale fu per˛ ricostruito nei primi anni del secolo XX e consacrato nel 1913. Le opere d'arte, di cui il tempio Ú peraltro ricco, sono tutte d'etÓ contemporanea. II pi˙ importante monumento del paese Ú rappresentato dall'oratorio di San Salvatore, citato in documenti del secolo XIII e successivamente alterato e modificato, non sempre in modo coerente, in cui sono conservati affreschi di grande interesse.
Non mancano, nel territorio comunale, alcune residenze signorili di un certo rilievo; tra queste villa Caccia Dominioni, villa Gajo-Cabassi e villa Luigi Gajo, tutte dotate di parco. Il centro storico conserva poi alcune abitazioni di grande fascino.

Biblioteca di Casorezzo
Via Einaudi 3 tel. 02-9029476
biblioteca.casorezzo@csbno.net

www.comune.casorezzo.mi.it

Bibliografia:
Ul nostu paes Casuesu = Il nostro paese, Casorezzo / ricerche e testo di Paolo Travaini ; a cura del Club Marscida. - (Corbetta : Il Guado, 1981). - 167 p. : ill. ; 31 cm.

 Primo maggio 2002 :
Concerto di inaugurazione all'Oratorio di San Salvatore Vedi pagina con foto del monumento